• Gio. Dic 8th, 2022

    Come realizzare una controsoffittatura in cartongesso

    DiLucia Terenzi

    Ott 19, 2022

    Il cartongesso un materiale che viene utilizzato nel settore edilizio per molteplici lavori. Si tratta nello specifico di un composto a base di solfato di calcio disidratato noto comunemente come gesso, che viene inserito tra due strati di cartone e poi pressato al fine di ottenere una superficie liscia e compatta. La posa è semplice e rapida; infatti, è possibile fissarlo ad una struttura metallica per realizzare una controsoffittatura in tempi brevi, senza troppe complicazioni e con un budget contenuto. Tuttavia, affinché sia ​​ben isolato ed appaia esteticamente gradevole, deve essere manipolato nel modo giusto, cosa che è possibile imparare facilmente seguendo la nostra guida passo dopo passo.

    Perché vale la pena considerare una controsoffittatura in cartongesso?

    I controsoffitti in cartongesso non solo nascondono l'isolamento termico e acustico, ma anche le imperfezioni del solaio esistente. Inoltre è possibile anche sfruttarlo per far passare i condotti elettrici o di ventilazione, i tubi e per inserire faretti ad incasso. I pannelli in cartongesso si possono avvitare su una struttura metallica (oppure in legno) composta da profili, binari orizzontali e angolari e che rappresenta in entrambi i casi una soluzione economica e di facile e veloce installazione, per cui vale sicuramente la pena considerarne la posa.

    Operazioni preliminari per la realizzazione di una controsoffittatura in cartongesso

    Prima di iniziare il lavoro, bisogna verificare di avere a disposizione tutto il necessario come ad esempio una struttura mobile che funga da base per il corpo e che permette di spostarsi su tutto il perimetro della stanza in modo sicuro e agevole. Premesso ciò, vanno prese tutte le misure con un metro e segnate la posizione delle scatole e dei cavi elettrici, dopodiché ogni singolo pannello di cartongesso va tagliato con un seghetto alternativo o una sega a tazza nel caso si debbano praticare dei fori circolari sulla superficie. Entrambi gli utensili sono facilmente reperibili sia nei negozi tradizionali che sui migliori store online. Premesso ciò, a questo punto per realizzare la controsoffittatura basta creare un telaio con i profili in alluminio avvitandoli uno per uno su tutto il perimetro alto della stanza, e incrociandoli in modo tale da creare una griglia con riquadri adeguati alle misure dei pannelli ritagliati. Adesso per portare a buon fine il lavoro, basta attenersi a quanto descritto nei passi successivi.

    Posare il primo pannello in cartongesso sul telaio

    Il primo step consiste nel posizionare un pannello in cartongesso sul soffitto, ricordando che ognuno deve essere sempre posto perpendicolarmente ai profili metallici, e lasciare uno spazio di circa 5 mm tra l'estremità del cartongesso e la parete. La posa consiste nell’avvitare il cartongesso lungo il profilo ogni 30 cm circa e a 1 cm dalle estremità, utilizzando delle viti specifiche e un cacciavite oppure un trapano con regolatore di velocità (consigliato). A questo punto bisogna misurare con un metro a nastro la lunghezza rimanente da coprire con un altro pezzo di cartongesso, e procedendo poi allo stesso modo per riempire il telaio in alluminio in precedenza realizzato.

    Realizzare una controsoffittatura in cartongesso senza telaio

    Se si preferisce fissare i pannelli in cartongesso direttamente al solaio in quanto la superficie è perfettamente liscia, allora basta utilizzare un collante in polvere, mescolandolo bene con l'acqua. Una volta pronto si utilizzano delle strisce di nastro a rete per le giunture da ricoprire poi con l'intonaco, aiutandosi con una cazzuola e senza preoccuparsi se si supera l'area interessata; infatti, il cartongesso può essere tranquillamente carteggiato sia a mano che con una levigatrice orbitale. Terminata la realizzazione della controsoffittatura in cartongesso, l’ultimo step consiste nel carteggiarla e tinteggiarla infine della tonalità prescelta. Prima di procedere con questa ultima fase, conviene tuttavia praticare gli eventuali fori in precedenza evidenziati con una matita su ogni singolo pannello per l'inserimento di faretti a LED da incasso. Questi ultimi sono disponibili di svariate forme, dimensioni e fasce di prezzo sia nei negozi che vendono materiale elettrico che sui migliori store online preposti alla vendita.

    Lucia Terenzi

    Amo viaggiare ed esplorare nuove culture, incontrare nuove persone e provare cibi diversi. Mi piace anche leggere, cucinare e guardare film.